Press "Enter" to skip to content

Coltivare l’Amaryllis

Se stai cercando una bella pianta fiorita, che però non deve essere banale, allora questa è la guida che fa al caso tuo. Potrai imparare tutti i segreti per coltivare una bellissima amaryllis, che renderà la tua casa davvero speciale dandogli un tocco di originalità che gli mancava.

L’amaryllis è una pianta molto diffusa caratterizzata da grandi fiori a tromba, coltivata sia come pianta da appartamento sia come pianta per la produzione di fiori recisi. Sono ormai in commercio moltissimi ibridi dalla fioritura uniforme o bicolore. I fiori si sviluppano a partire da un grosso bulbo che inizia a vegetare dalla fine dell’autunno o in inverno. I fusti floreali, piuttosto spessi ed eretti, si sviluppano prima delle foglie; la crescita è molto rapida e merita di essere osservata. Adesso che conosci meglio questa pianta ti svelerò tutti i segreti per coltivarla al meglio.

La prima cosa che dovrai fare è trovare un buon posto in cui sistemare la tua pianta, facendo in modo da soddisfare le esigenze della pianta stessa. Dovrai fare in modo che la tua pianta abbia un’esposizione in piena luce e una situazione ambientale calda, ma senza eccessi. Se farai in modo da soddisfare le esigenze della tua pianta la fioritura avverrà in autunno o in inverno, a secondo il periodo di messa a dimora dei bulbi.

Per gestire al meglio questa pianta dovrai cominciare a bagnarla moderatamente all’inizio della crescita, quindi poi aumentare l’apporto di acqua man mano che la pianta di sviluppa. Fai in modo che il terriccio si mantenga umido durante tutta la fioritura, ma non fornire mai fertilizzante fino alla fine di questa. Dalla fine della fioritura, ogni quindici giorni, fino ad agosto aggiungi il fertilizzante.

Alla fine dell’estate diminuisci progressivamente le annaffiature e lascia che il fogliame ingiallisca completamente. A questo punto elimina completamente le foglie e metti il vaso in un luogo fresco ed asciutto (10-15°C). Dopo tre mesi circa di questo regime “asciutto” dovrai interrare parzialmente il bulbo in un terreno fresco lasciandolo sporgere per circa metà della sua grandezza e ricomincia ad annaffiare con parsimonia per indurre il suo risveglio vegetativo. Adesso sei veramente pronto a coltivare la tua amaryllis, buon lavoro.

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *