Press "Enter" to skip to content

Come Preparare Dolce alle Carote

Avete preparato tutta la cenetta e vi manca il pezzo forte, cioè il dolce? Allora avete trovato la guida che fa al caso vostro. Vi consiglio di preparare questo buonissimo dolce che sicuramente vi sbalordirà e lo vorrete preparare nuovamente. Per la preparazione ci vogliono quaranta minuti di tempo.

Occorrente
250 g di carote
200 g di mandorle
1 limone
200 g di zucchero semolato
100 g di zucchero a velo
80 g di farina
6 uova
1 cucchiaino di lievito in polvere
Sale
Una noce di burro
2 cucchiai di kirsch

Cominciate mettendo le mandorle in una terrina piena d’acqua calda e lasciatele a bagno per 15 minuti circa, in modo da poterle privare facilmente della pellicina che le ricopre; completata questa operazione, asciugatele e tritatele finemente con la mezzaluna, raccogliendo il trito ottenuto in una terrina.

Subito dopo, raschiate accuratamente le carote con un coltellino, lavatele sotto l’acqua corrente, asciugatele con un canovaccio e grattugiatele finemente, raccogliendo in un’altra terrina ciò che ricavate, che coprirete con un foglio di pellicola trasparente per evitare che si annerisca a contatto dell’aria.

Fatto ciò, separate gli albumi dai tuorli e sbattete questi ultimi in una terrina con 150 di zucchero semolato, fino a ottenere un composto spumoso e chiaro. Unite un pizzico di sale, la scorza grattugiata di un limone, le mandorle tritate e le carote grattugiate, mescolando bene per amalgamare gli ingredienti.

A poco a poco, incorporate anche la farina e il lievito, mescolati a secco e setacciati, e poi gli albumi, tenuti da parte, che avrete montato a neve fermissima con lo zucchero semolato restante. A questo punto vi serve una fortiera di 25 cm circa di diametro; rivestitela con un foglio di carta da forno e, dopo aver unto quest’ultimo con una noce drburro, versatevi dentro l’impasto preparato; fatelo cuocere nel forno già caldo (200°C) per circa un’ora.

Nel frattempo, preparate una glassa di copertura: setacciate due volte lo zucchero a velo, facendolo cadere in una terrina, aggiungete goccia a goccia il succo di un limone e il kirsch, mescolando sempre con un cucchiaio di legno finché otterrete una crema liscia e omogenea che, lasciata cadere dal cucchiaio, cada a nastro.

Quando la torta sarà cotta e ben dorata, toglietela dal forno: lasciatela intiepidire un po’, quindi trasferitela sul piatto di portata e ricopritela con la glassa preparata. Fatela riposare per circa trenta minuti in frigorifero, in modo che la glassa si indurisca leggermente, e poi servitela a fette sottili.

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *